Articolo Scritto

  • il 15.03.2012
  • alle 02:20 PM
  • da Stefano Olivari

La cura Di Matteo

La visione ripetuta di Chelsea-Napoli sarebbe consigliabile a quei calciatori, dei paesi più vari, che sostengono che sia impossibile giocare contro il proprio allenatore e quindi in definitiva contro i propri interessi, regalando frasi memorabili come ‘siamo tutti colpevoli, l’esonero del mister è una sconfitta per tutti’. Il 4-1 con cui la squadra di Abramovich ha conquistato i quarti di finale di Champions è infatti figlio, oltre che di una certa dose di sfortuna del Napoli (ottimo nella prima mezzora), anche di una partita con la bava alla bocca giocata dai vecchi che senza un perché diverso dall’antipatia personale avevano fatto fuori Villas Boas.
Con Di Matteo, peraltro uomo intelligente e con un una bella carta da giocarsi per il futuro sperando di essere più fortunato di Avram Grant, tre vittorie in tre partite ma soprattutto tante piccole che a chi segue spesso questa squadra non saranno sfuggite: in particolare quegli scatti oscuri per coprire l’errore di un compagno, necessari in una squadra dove il mitico ‘filtro’ viene fatto solo da Essien (non a caso il più in difficoltà di tutti). Addirittura l’involuto Fernando Torres, entrato quando ogni schema era ormai saltato, si è sparato un’ora da Ravanelli o da ‘generoso Graziani’ pressando per due.
Cosa vogliamo dire? Addirittura tre cose. La prima è che i vecchi possono anche prendere in mano la squadra, perché non possiamo pensare che Di Matteo abbia svelato misteri del pallone o ‘motivato’ Lampard e Drogba, ma devono avere ancora qualcosa dentro da dare.
Quelli dell’Inter non hanno più colpi in canna, quelli del Chelsea ancora qualcuno. La seconda è che se tanti campioni mitizzano Mourinho (e una della cause degli attriti con Villas Boas è stata proprio questa, Moratti se ne ricordi) questo Mourinho tanto male non deve essere: Ibrahimovic, Drogba, Terry, Eto’o, Maicon, eccetera, qualcosa di calcio sapranno. La terza è in parziale contraddizione con la seconda: una grande squadra, costruita nel modo giusto e in buone condizioni fisiche, può essere guidata da qualunque persona intelligente che sappia di calcio, non è necessario l’uomo della Provvidenza. Detto questo, onore al Napoli che senza demeritare forse si è beccato il canto del cigno di quasi un decennio di super Chelsea.

Twitter @StefanoOlivari

Sottoscrivi i commenti RSS.

I commenti sono chiusi

  1. simone scrive:

    Il Napoli ha beccato il Chelsea in parabola discendente,avrebbe potuto schiacciarlo facilmente…troppi errori degli attaccanti partenopei. Peccato

  2. Alessandro scrive:

    Comunque fa piacere per Di Matteo che mi sembra una brava persona. In ogni caso, a fine anno il Chelsea deve fare davvero piazza pulita e voltare pagina. Magari senza per forza ingaggiare un allenatore da 7 mln di € l’anno.

  3. ridolini scrive:

    se proprio vogliamo mettere i puntini sulle i, mi risulta che al chelsea una qualificazione alla finale sia stata clamorosamente turlupinata dal barcellona. della cosa ha direttamente beneficiato l’anno seguente la corazzata potiomkin che ha eliminato un barcellona che non poteva chiedere nulla avendo già pappato, arbitro il mitico benquerenca, socio in affari del vate di setuball. quando si parla di coppe comprate un minimo di decenza sarebbe gradita.

    • Lele scrive:

      Due anni fa dunque l’Inter ha eliminato il Barcellona perchè l’anno prima il Barcellona ha eliminato ingiustamente il Chelsea?
      L’intrigo morattiano oltrepassa i patrii confini…
      In effetti ho visto qualcosa di strano anche nell’ultimo Super Bowl, chissà se ha varcato anche l’oceano…
      RIDOLINI: NOMEN OMEN

      • il brutto scrive:

        lasciali perdere lele, questi ormai vedono fantasmi e intrighi ovunque.
        Per fortuna che nessuno di loro fa di professione lo scrittore altrimenti manderebbero a male Stephen King e Ken Follet…

        • geppo scrive:

          @il brutto
          Ma se scrive pure sconcerti! Ormai tutti scrivono. Certo,agli juventini viene facile il genere fantastico

  4. RC65 scrive:

    Un super Chelsea che prima o poi vincerà una Coppa, casomai la compra direttamente tanto i soldi non gli mancano. A proposito di soldi, sia il Man City che il Chelsea sono lordi di milioni. Comunque di Coppa nisba.

  5. berto flavio panaro scrive:

    Secondo me la grande rimonta del Chelsea è stata favorita da una maggiore esperienza internazionale dei blues,comunque complimenti al Napoli per l’ottima stagione europea,una sconfitta non cancella quanto di buono fatto dai partenopei in precedenza.

  6. CarloCa scrive:

    Per il Napoli, non concretizzare almeno una delle tre palle gol avute nella prima mezz’ora (scarsa) non penso sia stata solo sfortuna: errori frutto sia di una serata non brillantissima di chi ha avuto quelle occasioni, sia dell’inesperienza a certi livelli. Riguardo a Torres, bene la partita in sacrificio alla Graziani, ma questo era uno che fino a due anni e mezzo fa sembrava dovesse “conquistare il mondo”, calcisticamente parlando. Un’involuzione pazzesca, davvero.

  7. umberto cioci scrive:

    E’ sempre stato così. Voi interesti nel 1971 fatto fuori Heriberto, vinceste lo scudetto con Invernizzi. Cordiali saluti

  8. ridolini scrive:

    è vero che i vecchi possono prendere in mano la squadra, ma il problema è che quelli del chelsea hanno come presidente abramovic e stanno in inghilterra, mentre quelli dell’inter hanno moratti e stanno in itaglia. mondi lontanissimi. e di matteo non sarà einstein, ma con tanto sano realismo ha sfruttato al 100% le doti dei suoi sul gioco aereo e fisico in cui erano nettamente superiori al napoli. ridicoli i commentatori rai che per tutta la partita hanno tessuto, non richieste a livello contrattuale, lodi sperticate del napoli nel tentativo di alimentare il reality show nostrano che a livello europeo ha ben poche possibilità di sopravvivenza.

    • Giuliano scrive:

      A Mediaset Premium hanno fatto buona compagnia a Cerqueti & Collovati. Una costante delle telecronache italiote che m’infastidisce parecchio.

  9. ju29ro scrive:

    Il Chelsea non è anagraficamente più “giovane” dell’Inter considerando in particolar modo che quelli che hanno segnato ieri sera, tolto Ivanovic, erano già presenti ai tempi di Mourinho.
    Prendendo quindi per buona l’ormai abusata tesi delle motivazioni, si potrebbe concludere che Ranieri valga così poco da non meritarsi dai propri giocatori neppure un colpo di reni in una gara come quella contro il Marsiglia mentre Di Matteo, poco più che esordiente e neppure amatissimo dallo spogliatoio (almeno queste sono le voci che filtrano da Londra), sia più che sufficiente per risvegliare l’orgoglio dei vecchi dei Blues.
    Vedremo se anche il prossimo avversario del Chelsea sarà fatto oggetto dello stesso trattamento riservato al Napoli oppure se la situazione, con il passare delle settimane, si andrà normalizzando come spesso accade alle squadre che cambiano il tecnico a stagione in corso.

    • salvo scrive:

      Mica il chelsea ha vinto quello che ha vinto l’Inter…In Europa i “ragazzi” di Mou glieli hanno suonate di santa ragione esattamente 2 anni fa. Ma quella era un’altra Inter: Eto’o e compagnia cantante. Caspita c’entra il paragone con l’attualità. Ma di calcio capite o sparate a vanvera tanto per spruzzare cacchiate

      • ju29ro scrive:

        Premesso che in realtà di parlava dell’impatto che un allenatore nuovo (e più gradito) può avere su un gruppo di giocatori magari non giovani, ma comunque di alto livello, seguendo il tuo ragionamento dovremo allora concludere che oggi l’inter (senza Eto,o, con la pancia piana ecc. d’accordo) vale meno del Marsiglia?

    • lupa scrive:

      rubentinovero
      La carriera di Ranieri è stata macchaita solo per essersi seduto sulla panchina delle strisciate dei galeotti

      • ju29ro scrive:

        @lupa
        non dirlo a me, stavo male ogni volta che lo vedevo sedersi su quella panchina….sor Claudio il perdente.

        • Lele scrive:

          Dopo il sor Claudio solo trofei invece…

          • ju29ro scrive:

            @lele
            No, ma certo lui ha allenato la Juve più forte degli ultimi 5/6 anni, dato che era comunque incentrata sulla squadra del pre-farsopoli.
            In ogni caso, per tagliar corto, tutti felici dell’attuale collocazione di mister “eh beh pazienza? Perfetto non saremo certo noi a rimpiangerlo.

        • salvo scrive:

          Con Ranieri siete arrivati secondi,l’avete esonerato a soli 2 giornate dalla fine del campionato per mister Ferrara,il perdente(che è finito in Figc),dopo una bella giostra di allenatori anche voi. Sul parruccato posso dire che ha parlato di “sensazioni” sin dalla prima conf. stampa. Quando non si è lagnato è perchè aveva vinto. Adesso la juve ha preparato i dossier…stiamo ridendo a crepapelle soprattutto pensando il pre-moggiopoli e alle enciclopedie che raccontano di furti VERI,non di queste fregnacce di fenomeni da baraccone. Se fossimo in un paese serio,dove i media non sono asserviti alle solite famiglie e dove la giustizia non presenta un teatrino ridicolo,sareste spariti dal calcio,voi e i diversamente milanesi…altro che un anno di cadetteria…altro che esposti lunghi rotoloni regina e richieste di “parità di trattamento” e “sono sempre 29″ ,francobolli…
          Fiero che il mio motto non sia”…vincere è l’unica cosa che conta”
          Il mio è: “NESSUNA VITTORIA HA PIU’ VALORE DELLA LEALTA’ E DELL’ONORE”

        • simone scrive:

          Hanno fatto meglio ferrara,zaccheroni o del neri…
          In ogni caso è bellissimo vedervi frignare quest’anno. Siete patetici. Avete rubato per 70 e adesso andate a vedere il fuori gioco millimetrico. Ci sono squadre che dovrebbero scrivere interi capitoli sui torti subiti da voi: rigori inesistenti,cartellini rossi risparmiati,punizioni dal limite alla del piero,gol in fuori gioco assegnati. Tutto questo si è ripetuto per INTERI campionati e non avete fiatato,anzi il vostro motto era: Gli errori non incidono sul risultato finale…intanto vi portavate i trofei in bacheca con questo sistema arbitrale,sistema che tutti sospettavano appartenesse a una cupola che manovrava e che è stato ampiamente dimostrato in tribunale. Da quest’anno piangete su cosa? Sui favori che pure state ottenendo? ahahahahaha
          Grasse risate